Amoris Laetitia:quell'esortazione ad amare di Papa Francesco

Categoria: Notizie dal Vaticano Pubblicato: Martedì, 12 Aprile 2016

 

Nove capitoli, oltre trecento punti, decine di pagine. E poi citazioni di Benedetto XVI, di  San Giovani Paolo II, dei Padri della Chiesa. E della Familiaris Consortio, della Humanae Vitae, del magistero di ieri e di oggi.Tutto per  tornare a tracciare l’identikit autentico del matrimonio, dell’amore sponsale tra uomo e donna. Per ribadire la necessità e la bellezza della famiglia, dell’apertura alla vita e il rispetto per quella nascente, dell’educazione dei figli. Ma anche per comunicare il tenero ed intenso abbraccio della Chiesa a quelle famiglie ferite per le quali “occorre  accoglienza, accompagnamento costante e preghiera per la conversione”.Senza mai negare la Verità. Senza mai nasconderla o mistificarla. Tutto questo, anzi molto di più, è l'esortazione apostolica post-sinodale Amoris Laetitia.

Don Juan Josè Perez Soba, docente all’Istituto Giovanni Paolo II per gli studi sul matrimonio e sulla famiglia, conferma che questa esortazione ha un sapore sinodale: “Lo è molto, molto. Le affermazioni che fa il Papa in questo documento fanno sempre riferimento al sinodo: non è un testo che è piovuto dall’alto. L’esortazione fa riferimento a tutto il tesoro degli insegnamenti della Chiesa e a sua volta introduce la stessa Chiesa in un camino nuovo ma esattamente coerente. Quelli che cercano, in questo testo, cambiamenti legali e dottrinali non li trovano. Rimangono delusi”.  Di approccio nuovo con al centro la medesima ed immutabile Verità parlano Franco e Giuseppina Miano, coppia che ha partecipato al sinodo contribuendo con la propria esperienza pratica, di amore vissuto sul campo: “Quello che – dicono – il Papa ci invita ad assumere è un approccio, alle problematiche della famiglia e del matrimonio, nuovo, responsabilizzante. Un approccio che invita al discernimento e che al centro ha la solidità della Verità. Ma questa Verità dobbiamo essere in grado di tradurla per l’oggi della Chiesa. E questo lo possiamo fare con la preghiera, con l’ascolto, con l’impegno personale”.

 

fonte: www.news.va

Visite: 1180