Testimonianza di Andrea

Categoria: Testimonianze Pubblicato: Domenica, 09 Marzo 2014

 

Mi chiamo Andrea e sono padre di due meravigliosi figli di cui uno nello spettro autistico. Sono stato “praticante “ fino alla cresima nonostante nella mia vita sono successe avvenimenti o situazioni non spiegabili All’età di circa 3 anni, mentre avevo una forte tonsillite ,mia nonna che in quel momento mi accudiva, è corsa da mia madre dicendo che invocavo e parlavo con Gesù per la febbre alta .Come potevo conoscere cosìbene Gesù all’età di tre anni?

Dopo qualche anno sognai prorpio Gesù che mi poneva un limone in mano e da esso usciva un succo con una luce bianca luminosissima mai vista ad oggi. Diventando più grande mi capitò anche di sognare 2 volte Padre Pio e anche innumerevoli volte di lottare contro il Diavolo.

In questo momento e' che mi allontanai definitivamente da Dio e condussi una vita sregolata basata su egoismo, soldi ,droga e donne. Per anni continuai a vivere senza nessun tipo di ripensamento fino a quando dentro di me incominciai a rigettare ciò che in quel momento mi aveva dato piacere.. Conobbi come una tempesta che si abbatte improvvisamente l’esperienza carceraria dovuta alla droga ma già in quel periodo sentivo una chiamata interiore che mi conduceva verso uno spiraglio di luce. Dopo questa esperienza che fu breve trovai subito lavoro(Dio è grandioso) e incominciai a dedicarmi di più alla famiglia ma ancora non sentivo la necessità di pregare e andare a messa ,anzi continuavo a pensare che fosse un inutile perdita di tempo.…fino a quando è arrivato l’8 Dicembre del 2011.

Stavo dormendo quando improvvisamente mentre sognavo mi ritrovai con mio padre, mia madre e mia sorella di fronte ad una rupe dove vidi La Madonna vestita con questo manto bianco che emanava una luce fortissima. Chiesi ai componenti della mia famiglia se la vedevano ma la risposta fu negativa. Mi ritrovai improvvisamente di fianco a Lei e guardavamo insieme delle persone giù dalla rupe. Smise il sogno e incominciò una voce soave ,bellissima idilliaca, non umana che mi diceva: Sono la Madonna di Medjugorje pace e speranza speranza speranza….Mi svegliai di soprassalto alle 3 del mattino e svegliai mia moglie. Prima di questo non conoscevo Medjugorje. Il giorno dopo incominciai a informarmi su Medjugorje e sentii contemporaneamente un desiderio estremo di pregare, riconciliarmi con Dio confessarmi e andare a messa. Decisi di partire per Medjugorje il 30 marzo di quest’anno.

Portai anche la mia famiglia (Inizialmente dovevo andare solo io) compreso Gabriele (mio figlio disabile).

Gabriele oltre ad essere nello spettro autistico, soffriva anche di una malattia della pelle dovuta ad un virus che non riusciva a combattere a causa delle sue immunodeficienze. Questo virus provocava innumerevoli verruche, molte giganti, che nonostante avevamo piu' volte tentato di bruciare con l’azoto e con il laser ritornavano più grandi di prima. I dermatologi che l’avevano preso in cura decisero di interrompere i trattamenti poiché erano inutili. Mi dissero che come si erano formate in qualche anno, FORSE con l’adolescenza sarebbero andate via, sempre in qualche anno. Assistemmo tutti assieme al messaggio del 2 Aprile della Madonna a Mirjana sul Podbrodo. Io scesi dalla collina piangendo come un bambino, avevo sentito una liberazione totale e una pace immensa. La sera tornammo in camera e ciò che è incredibile e che le macchie e le verruche di mio figlio avevano preso un altro colore. Tornammo a casa Martedì 3 Aprile ,e Giovedì 5 Aprile Gabriele non aveva piu' alcuna verruca e macchia sulla pelle. Ciò è stato Incredibile. E’ migliorata anche la relazione verso i suoi coetanei e il livello cognitivo. La Madonna ha fatto 2 grandi miracoli : La mia conversione (Ogni giorno sono in chiesa per dire il rosario e per la messa, mi confesso una volta a settimana e sento continuamente l’esigenza di stare con Gesù e di aiutare altre persone). La guarigione di mio figlio sulla pelle. Una mattina mi sono svegliato con questa frase nei miei pensieri :

 

La Croce è la mia salvezza. Non bisogna avere paura di guardare ,di ascoltare e di udire…La VERITA’ è ovunque, abbiate FEDE.

 

Un abbraccio.

Andrea.

Visite: 2156